complessità

>Tag:complessità
­

La semplicità nei casi difficili.

        ”La semplicità nei casi difficili - Nuovi contributi dall’Ipnosi Ericksoniana e dalla Terapia Familiare” Workshop con Eric Greenleaf e Massimo Schinco Torino, 17 - 18 Maggio 2019 "Complessità" è forse la parola che descrive meglio il modo in cui, al giorno d'oggi, psicoterapeuti e altri professionisti impegnati nelle relazioni di cura [...]

By |gennaio 6th, 2019|Articoli, Psicologia|0 Comments

I tempi del tempo: una nuova prospettiva per la consulenza e la terapia sitemica. Di Luigi Boscolo e Paolo Bertrando

Nel 1993 Luigi Boscolo pubblica con Paolo Bertrando, amico e collaboratore del Centro Milanese di Terapia della Famiglia, il libro i tempi del tempo. Qui di seguito vi porto la presentazione del libro in uno dei siti di vendita on line: Il tempo può essere concepito in maniera differente da diverse persone o gruppi di persone, o [...]

By |dicembre 4th, 2016|Articoli, Psicologia|0 Comments

ESPERIENZE GRUPPALI della Dott.ssa Daniela De Vito

La vita mentale del gruppo è sempre assai complessa. In parte è ancorata alla realtà: ogni gruppo si riunisce “per fare qualche cosa” e questo è l’aspetto del funzionamento mentale del gruppo che riguarda l’obiettivo cosciente, per Bion chiamato “gruppo di lavoro”. Ma all’interno del gruppo compaiono delle tendenze emotive molto potenti che talora favoriscono e talora ostacolano gli individui nel raggiungimento di questo obiettivo, ed essi sembrano comportarsi, dice Bion, come se avessero degli assunti di base in comune. I tre assunti di base descritti, quello di dipendenza, quello di attacco-fuga e quello di accoppiamento, hanno la funzione di far sì che le ansie primitive messe in moto dal partecipare al gruppo non si manifestino come tali: sono quindi meccanismi di difesa del gruppo. Nel gruppo è necessaria la cooperazione cosciente dei membri che lo compongono, mentre nei gruppi che si strutturano secondo un assunto di base non è necessaria la partecipazione volontaria e agisce “una funzione spontanea e inconscia delle qualità sociali della personalità dell’uomo” definita da Bion “valenza”. I gruppi basati su di un assunto di base spesso però intralciano la funzione del gruppo e si costituiscono allora dei sottogruppi che hanno il compito di neutralizzare i fenomeni derivati dagli assunti di base. Continua a leggere “ESPERIENZE GRUPPALI della Dott.ssa Daniela De Vito” »

By |aprile 17th, 2012|Articoli|8 Comments