Anche quest’anno mi piacerebbe condividere alcune idee rispetto alle letture estive. Con il Salone del Libro di Torino la mia vita di lettore ha svoltato verso gli autori meno famosi per vari motivi, tra i quali il super entusiasmo e la grande energia, la voglia di sorprendere e tanta capacità relazionale che questi ragazzi mi hanno trasmesso quando li ho incontrati allo stand. Oggi vi presento un libro che definirei un Fantasy Psicologico: La Bilancia dei Mondi Divisi di Veronica C. Aguilar e Emiliano Guiducci, con sottotitolo Riflessi Diversi.

Ho avuto la fortuna di incontrare la co-autrice che scrive con lo pseudonimo di Veronica C. Aguilar e che vi presento con una sua frase: “Scrivo perché è l’unico modo che ho per tirare fuori ciò che ho dentro, perché è condivisione e può essere d’aiuto, perché i libri sono dei viaggi (quasi) gratuiti e perché senza non sarei ciò che sono”.

Cosa mi ha colpito del libro che leggerò questa Estate sul lettino ma che ho sfogliato velocemente più volte:

A. LA COPERTINA in cui il Rosso dell’occhio Sinistro (del Cuore e dell’Emozione) incontra il Blu (di Mare, Inconscio e Istinti) dell’occhio destro di questo viso di donna magica;

B. Il fatto che ci sia uno psicologo ISAC nel quale sarà facile proiettare qualche mia parte;

C. Queste due frasi introduttive: la prima “A tutte le persone che ogni giorno lottano contro la parte più oscura della propria anima” una dedica che apparterrà o sarà appartenuta ai lettori di Psises e la seconda “Cercate ardentemente di scoprire a che cosa siete chiamati a fare, e poi mettetevi a farlo appassionatamente. Siate comunque sempre il meglio di qualsiasi cosa siate” frase celebre di Martin Luther King, che mi trova entusiasticamente d’accordo nella prima parte e un po’ critico per la seconda che modificherei con “Siate il meglio di voi stessi nel pieno rispetto di voi stessi e degli altri”.

Ho chiesto a Veronica perché leggere questa storia e come sempre gentilmente mi ha risposto: “… consiglio nell’acquistare un libro per l’Estate di seguire il proprio istinto. I libri sono come scrigni. Dentro non puoi trovarci nulla, oppure puoi trovare un estimabile tesoro”. Come dire che le narrazioni aprono a mondi possibili che hanno a che fare con le premesse di chi legge e qui si apre un capitolo psicoterapeutico che rimando ad altre sedi…

Ed ecco una breve presentazione dello scritto:

Sara Kilshore è un’adolescente che, dopo la strana morte della famiglia, viene attaccata da una creatura misteriosa che solo lei sembra in grado di poter vedere. Per questo motivo, una volta a settimana, si reca nello studio di Isac, il suo psicologo. Le hanno fatto credere di avere un disturbo della memoria, causato da una caduta accidentale, ma l’incontro con Tobia la catapulterà in un mondo che pensava essere frutto della sua immaginazione e di cui ignorava l’esistenza. Demoni, spiriti e strane creature sono reali e le danno la caccia. Un viaggio a New York e l’incontro con la zia Claire, faranno chiarezza nel suo passato, facendole prendere atto che il destino dell’umanità è nelle sue mani. In passato qualcosa è andato storto e alcune anime malvagie vagano sulla terra. Il compito di Sara è rintracciarle e farle tornare da dove vengono. Tre mondi, tre porte, tre guardiani e tre chiavi. Queste sono le cose che le serviranno per ristabilire l’equilibrio tra tre dimensioni diverse. Un intreccio tra passato, futuro e presente, costringerà la protagonista a superare molte prove di coraggio e di forza, ma soprattutto la porteranno ad affrontare la lotta più diffcile: quella contro se stessa.

Troverete questo libro in vendita al seguente LINK: LA BILANCIA DEI MONDI DIVISI

Veronica C. Aguilar nasce a Siviglia il 12 Maggio del 1981, laureata in letteratura moderna e capo redattore di una nota rivista letteraria spagnola. Nel 2013, problemi familiari la costringono a trasferirsi a Roma. L’inverno del 2014, in un piccolo bistrot del centro, avviene l’incontro con Emiliano Guiducci, cantautore capitolino che decide di aiutarla con la stesura di alcune scene di lotta del suo nuovo romanzo. L’autrice decide di designarlo come coautore dando vita al primo capitolo de “La bilancia dei mondi divisi”. Curiosità: Questa per l’autrice non è la prima pubblicazione in Italia. Infatti sono due i libri editi da CE, ma esperienze negative e problemi personali l’hanno portata a rescindere il contratto editoriale. Oggi, l’autrice ha rivelato il suo vero nome… 

Curiosi? Forse lo scopriranno i miei  amici di Facebook perché è tra i miei amici …